BLU RANTON - Web Site
INFORMAZIONI E RECLAMI SCRITTI

Il servizio Clienti Blu RANTON è a tua disposizione per darti informazioni, evadere le tue richieste e rispondere ai tuoi reclami.

Come procedere?
Puoi richiedere un'informazione o presentare un reclamo scritto specificando il contenuto delle tue esigenze utilizzando l'apposito file “Modulistica per Reclami" riportato nella sezione "Modulistica".

Il Cliente può inviare il reclamo scritto anche senza utilizzare il modulo sopra indicato, purché la comunicazione contenga almeno i seguenti elementi minimi necessari a consentire la sua corretta identificazione e l'invio della risposta motivata scritta:
  • nome e cognome del Cliente;
  • l'indirizzo di fornitura;
  • l'indirizzo postale o telematico, se diverso dall'indirizzo di fornitura al quale recapitare la risposta;
  • il servizio a cui si riferisce il reclamo scritto (elettrico, gas, entrambi).
Ti consigliamo comunque di indicare anche le seguenti informazioni:
  • il codice Cliente e il codice PDR (gas) che trovi sulla tua bolletta;
Blu RANTON provvederà a verificare l'esigenza da te indicata, aggiornandoti sull'avanzamento della tua pratica e provvedendo a risponderti entro i termini definiti dall'Autorità per l'Energia Elettrica e il Gas nel TIQV (delibera 164/08 e s.m.i.).

A quale indirizzo inviare la richiesta di informazioni o il reclamo scritto?
  • Blu RANTON_ SERVIZIO CLIENTI
  • via Donatello n.7 – 62010 Morrovalle (MC)
  • mail: clienti@bluranton.it



DEFINIZIONI

Reclamo
Il reclamo scritto è ogni comunicazione scritta fatta pervenire al venditore, anche per via telematica, con la quale il cliente finale, o per suo conto un rappresentante legale dello stesso o un'associazione di consumatori, esprime lamentele circa la non coerenza del servizio ottenuto con uno o più requisiti definiti da leggi o provvedimenti amministrativi, dalla proposta contrattuale a cui il cliente ha aderito, dal contratto di fornitura, dal regolamento di servizio.

Richiesta di Informazioni
La richiesta scritta di informazioni è ogni comunicazione scritta, fatta pervenire al venditore, anche per via telematica, con la quale un qualsiasi soggetto formula una richiesta di informazioni in merito al servizio elettrico e/o gas non collegabile ad un disservizio percepito.

Pratiche commerciali scorrette e Contratti non richiesti
Possono considerarsi scorrette tutte quelle pratiche di natura commerciale (D.L. 6 settembre 2005, n.206) contrarie alla diligenza professionale che, per la loro natura ingannevole e/o aggressiva, falsano in misura apprezzabile il comportamento relativamente al prodotto o servizio offerto, inducendo il consumatore medio ad assumere decisioni di natura commerciale che non avrebbe altrimenti preso;

Si definisce contratto non richiesto il contratto tra il venditore ed il cliente finale che quest’ultimo ritiene di non aver mai stipulato, o di aver stipulato in seguito ad una pratica commerciale scorretta dell'agente di vendita che lo ha contattato telefonicamente o in un luogo diverso dagli uffici commerciali del venditore;

Si definisce attivazione non richiesta lo switching e/o l’accesso per sostituzione compiuto al fine di eseguire un contratto non richiesto.

Con riferimento al mercato del gas e dell’energia elettrica, al fine di introdurre misure finalizzate a limitare il al fenomeno, sempre più diffuso, delle pratiche commerciali scorrette e dei contratti e attivazioni non richieste, è entrata in vigore la delibera n. 153/2012 dell’Autorità per l’Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico.

In particolare, a decorrere dall’1 giugno 2012, sono state previste, a tutela dei Clienti finali vulnerabili (gas) ed aventi diritto alla maggior tutela (energia elettrica), misure preventive e ripristinatorie a tutela dei clienti particolarmente meritevoli di tutela ed in ogni caso dei clienti domestici.

Novità Delibera 153/2012:

  • rafforzamento degli obblighi di identificazione dell’agente commerciale (Articolo 4);
  • in caso di contratti stipulati fuori dai locali commerciali o mediante forme di comunicazione a distanza, introduzione di precisi e tempestivi obblighi informativi nei confronti del cliente finalizzati a dare chiara evidenza, dopo la richiesta di contratto da parte del cliente, che l’operatore sta attivando un nuovo contratto che sostituirà il contratto con il precedente fornitore, (Articolo 5);
  • procedura di ripristino che garantisce al cliente, in caso di attivazione di contratto effettivamente non richiesto, il ritorno al precedente fornitore (Articolo 10; 11, 12, 13, 14);
  • regolazione dei pagamenti nel periodo transitorio (Articolo 12);
  • attività di monitoraggio e pubblicazione black list dei venditori non richiesti (Articolo 15; 16).

I nostri Clienti